Bonus Infissi 2019: ecco cos’è e come funziona.

il-moderno-nella-tradizione_italia_legno_laccato-013-copia

Bonus Infissi 2019

Ecco cos’è e come funziona.


il-moderno-nella-tradizione_italia_legno_laccato-013-copia

Bonus Infissi 2019

Ecco cos’è e come funziona.

Che cos’è il Bonus Infissi 2019?

Il bonus infissi o bonus finestre è un’agevolazione fiscale che permette di beneficiare di uno sconto immediato o della detrazione IRPEF del 50% delle spese sostenute per acquistare ed installare nuovi infissi e finestre.

La detrazione – o lo sconto – che spetta con il bonus infissi e finestre è al 50%, sia che l’intervento si configuri come agevolabile dal bonus ristrutturazione 2019 e che di conseguenza dà diritto anche al bonus mobili ed elettrodomestici di classe energetica non inferiore a A+, fatta eccezione per i forni, sia con l’Ecobonus 2019, dato che da quest’anno, per effetto della scorsa Legge di Bilancio, la detrazione per infissi e finestre – bonus tende e bonus zanzariere anche se finalizzati al miglioramento dell’efficienza energetica – è passata dal 65% al 50%.

Come funziona il Bonus Infissi 2019?

A seconda del tipo di acquisto e di intervento, il bonus è un’agevolazione rientrante nel bonus ristrutturazioni con accesso, sia al bonus mobili 2019, sia nell’Ecobonus 2019. In entrambi i casi la detrazione spettante è al 50%.

Dal 1° gennaio, con le novità della Legge di Bilancio 2018, le spese per finestre, caldaie, schermature solari come tende da sole e zanzariere, non beneficiano più della detrazione al 65% prevista dall’Ecobonus ma al 50%, pur essendo l’intervento inteso come miglioramento dell’efficienza energetica.

Per ottenere il riconoscimento del bonus, le spese fatte per acquistare le nuove finestre deve avvenire tramite:

  • Bonifico parlante
  • Bonifico online
  • Bonifico bancario
  • Bonifico postale

Per ognuna delle modalità, è necessario indicare i dati, sia del beneficiario, che del destinatario, senza dimenticarsi della causale e delle altre informazioni considerate dalla prassi ordinaria.

Inviando l’apposita comunicazione ENEA entro 90 giorni dalla fine dei lavori, inoltre, sarà possibile usufruire del bonus infissi 2019 come intervento agevolabile con l’Ecobonus. Pagata la spesa, seguendo le modalità previste dalla legge, il contribuente deve conservare tutta la documentazione attestante l’intervento per almeno 10 anni, poiché la detrazione totale spettante va divisa in 10 quote di pari importo, ciascuna delle quali va dichiarata in 10 anni con la dichiarazione dei redditi.

velux

Vuoi saperne di più sul Bonus Infissi 2019?

Quali sono le spese detraibili o scontabili con il bonus finestre 2019?

Le spese bonus infissi detraibili o scontabili al 50% sono:

  • Interventi per rafforzare, sostituire o installare cancellate o recinzioni interventi per installare grate sulle finestre o la loro sostituzione;
  • Interventi per l’istallazione e sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini;
  • Interventi per istallare rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti;
  • Saracinesche; tapparelle metalliche con bloccaggi;
  • Vetri antisfondamento;
  • Telecamere per la videosorveglianza;
  • Sistemi di rilevazione per prevenire atti illeciti;
  • Allargare finestre esterne;
  • Riparazione o sostituzione di davanzali di finestre e balconi;
  • Sostituzione senza modifica della tipologia di infissi.
infissi-alluminio-finstral

Bonus Infissi 2019: in parole povere?

La detrazione fiscale è l’importo che il contribuente può sottrarre dall’imposta lorda. In parole povere, è l’importo che lo Stato “sconta” dalle tasse che uno deve pagare. Se si sta valutando la sostituzione di infissi, come finestre, persiane o avvolgibili, è importante sapere che la detrazione fiscale è pari al 50% del costo sostenuto.
Il bonus infissi viene concesso se vengono eseguiti correttamente interventi che consentono di ottenere un miglioramento termico dell’edificio.

In questo bonus, rientrano anche la fornitura e posa in opera di finestre (compresa la sostituzione dei vetri),
porte d’ingresso, scuri, persiane, avvolgibili, cassonetti e suoi accessori, zanzariere, tende da sole.

È importante sapere anche che l’importo, di cui si può usufruire, viene distribuito in 10 anni, con rimborsi annuali di pari importo.

Devo per forza rivolgermi ad un tecnico per inviare le pratiche per il Bonus Infissi 2019?

Nel caso di interventi in singole unità immobiliari, univocamente definite al Catasto urbano, non è necessario rivolgersi ad un tecnico per inviare le pratiche per il Bonus Infissi 2019. Tale richiesta, dunque, può essere una scheda redatta tranquillamente dal singolo utente. Viceversa, in tutti i casi diversi da quelli di cui sopra, come, per esempio, gli interventi che riguardano parti condominiali, la scheda per la richiesta deve essere sottoscritta da un tecnico abilitato.

Non essendo una procedura semplice ed intuitiva, conviene sempre rivolgersi a tecnici specializzati, come un architetto, geometra o commercialista.
Per esser sicuri di non sbagliare, puoi affidarti per maggiori informazioni a noi di Arredoporte che, nel corso degli anni, grazie alla nostra passione e professionalità, abbiamo costruito ed intensificato una grande rete di scambio con diversi architetti e persone di spicco del territorio piemontese e non solo.

Qualunque sia la tua esigenza, informati bene ed affidati sempre ai soli e veri professionisti del settore e ricordati sempre che le pratiche ENEA vengono redatte da noi di Arredoporte in omaggio per il cliente, che non dovrà preoccuparsi di nulla.

Rimani aggiornato con Arredoporte

Abbiamo sempre qualche novità in serbo per te. Vuoi sapere quali?
Rimani aggiornato con gli articoli del nostro blog e vieni a scoprire le ultime tendenze di Porte, Infissi e Complementi presso il nostro Showroom!

Tel. 011 9003103
Email info@arredoporte.it
Via San Rocco, 26 – Orbassano (Torino)

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

laccate garofoliporte blindate